Onirica, racconti horror di Aurora Stella

Onirica - executive-framed

Onirica è una raccolta di racconti horror che, come perturbazioni letterarie, si palesano agli occhi del lettore incutendogli una paura quasi riverente per la dimensione di trascendenza e alterità incontrollabile che permea i sogni della scrittrice. Con una scrittura accattivante e fluida, Aurora Stella dimostra che sognare ed essere svegli sono due momenti della vita perfettamente compatibili fra loro e necessari. I suoi racconti onirici non aprono solo finestre sui traumi, sulle perversioni e sui fantasmi che popolano l’inconscio collettivo, ma ci svelano l’esistenza di alcune facoltà insite nell’uomo di cui non si sospetta nemmeno l’esistenza. Confidando che un giorno sarà possibile per i sognatori lucidi intervenire, dalla dimensione del sogno stesso, su se stessi allo scopo di ottenere guarigioni o modificazioni della realtà, ella ci mostra tutta la forza e la pericolosità di questo arcano potere esercitato dai protagonisti dei racconti, i quali per questa ragione arrivano talvolta a perderne il controllo. Questo aspetto è particolarmente evidente nel racconto “Il mostro”, dove la protagonista Selvaggia, nome quanto mai appropriato, dopo un mancato stupro e avere appreso che una sua amica è stata violentata e barbaramente uccisa, anziché cedere alla paura affronta il mostro nel mondo dei sogni e lo uccide provandone quasi piacere. Il paradosso della paura trova qui spiegazione: nel mondo dei sogni i mostri, che agiscono attraverso i canali dell’inconscio, non godono più del dono abusato dell’invisibilità, per questa ragione ogni loro azione, ogni loro pensiero, anche il più piccolo, è evidente; essi sono nudi, agli occhi del viaggiatore onirico appaiono finalmente per ciò che sono: deboli. In questo stato di Luce Naturale, di alta Consapevolezza, il mostro non condiziona più l’individuo, ma al contrario è l’individuo a decidere le sorti del mostro. Magistrale è l’ambientazione offerta per questo omicidio dalla scrittrice che, per rendere ancora più evidente il concetto espresso precedentemente, sceglie come scena del crimine la casa della stessa protagonista. Dal punto di vista umanistico, cioè considerando quelle discipline aventi per oggetto la conoscenza dell’uomo, del suo pensiero, della sua attività spirituale e del suo comportamento attraverso i tempi, il libro si configura come un grande grido di dolore e di ribellione verso chi offende la dignità dell’uomo e la natura. La consapevolezza che una giustizia superiore premia il bene e punisce il male, trova riscontro nelle trame dei racconti in cui sovente la natura stessa, per tramite di un gatto nero, un lupo o dei cavalli, interviene per assolvere questo difficile compito. Per tutte queste ragioni, a dispetto del genere letterario nel quale è classificato, questo libro può essere definito come un valido tentativo per ristabilire l’armonia tra l’uomo e la natura.

88x31

Aurora Stella | scheda libro | acquista libro
Distribuito con Licenza Creative Commons 4.0
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...